Comitato Ovest Vicentino

Attività fisica, risorsa per la prevenzione, cura e riabilitazione in ambito oncologico

L’attività fisica non è importante solamente per mantenersi in forma, ma aiuta anche a prevenire e a curare molte malattie grazie a cambiamenti fisici e psicologici che migliorano il nostro benessere.
Praticare attività fisica in modo regolare, riduce il rischio di contrarre alcune forme di tumore ed è utile anche durante la malattia tumorale: l’esercizio fisico viene sempre più considerato una importante componente della riabilitazione oncologica e una risorsa terapeutica da affiancare ai farmaci ed all’intervento chirurgico. Per questo motivo è stato elaborato un testo divulgativo contenente messaggi idonei a stimolare nella popolazione comportamenti virtuosi in ordine alla valorizzazione delle attività motorie fondamentali per la prevenzione di stati prelusivi alla comparsa di patologie cronico-degenerative nonché oncologiche.
Sono stati prodotti 3000 volumi della pubblicazione “Salute in movimento – Andos: uno stile di vita – Manuale di consigli pratici di attività fisica quotidiana”.
L’obiettivo è stato raggiunto attraverso una diffusione capillare della pubblicazione peculiarmente tra le categorie di popolazione a rischio.

Il volume è stato consegnato anche ai Medici di Medicina Generale quale strumento per attivare comportamenti salutari.

Sono stati inoltre realizzati 12 incontri con soggetti sociali: gruppi di donne, studenti, associazioni di volontariato, centri sanitari privati con esperti.

Da ultimo, è stato elaborato da parte di esperti un questionario per verificare l’impatto sulle scelte circa le abitudini di vita ed il grado di apprezzamento dei suggerimenti proposti dalla pubblicazione relativamente ai corretti stili di vita, in particolare, alla validità dell’attività motoria.
Il risultato ottenuto è stato molto soddisfacente anche grazie al tipo di esercizi fisici proposti che si sono rivelati facili da eseguire.
I lettori hanno dichiarato di aver messo in pratica qualche suggerimento indicato nel manuale e di averne tratto dei benefici.
L’ANDOS ritiene, pertanto, di aver raggiunto gli obiettivi che si era proposto e intende proseguire nell’ambito della diffusione degli stili di vita salutari, stili di recente auspicati sia dall’Organizzazione Mondiale della Sanità che dal Ministero della Salute.


Modifica Font